Si definisce come “8D Problem solving” una metodologia volta al problem solving e al miglioramento dei processi che si esercita in team.

Il metodo di 8D Problem Solvingpuò essere usato per identificare, correggere ed eliminare la ricorrenza dei problemi di qualità.

8D è una metodologia per la risoluzione dei problemi per il miglioramento del prodotto e del processo. È strutturato in otto discipline e dà risalto al sinergismo del gruppo. Il team nell’insieme, si pensa sia migliore e più astuto della somma delle qualità degli individui.

E’ strutturata in 8 step:

  1. Preparare e Creare Consapevolezza. E’ essenziale innanzitutto prepararsi per l’8D. Un certo livello d’istruzione e formazione è necessario prima che il metodo 8D funzioni efficacemente in un’organizzazione.
  2. Costituzione del team di lavoro. Assemblare un team interdisciplinare (con un team leader efficace) che ha la conoscenza, il tempo, l’autorità e l’abilità per risolvere il problema e implementare le azioni correttive. Regoli la struttura, gli obiettivi, i ruoli, le procedure ed i rapporti per stabilire un team efficace.
  3. Definizione e descrizione del problema. Definire il problema nei termini misurabili. Specificare il problema del cliente interno o esterno descrivendolo nei termini specifici e quantificabili: Chi, che cosa, quando, dove, perché, come, quanto.
  4. Contenimento tempestivo del problema mentre si cercano le cause che l’hanno originato. Verificare l’efficacia delle azioni di contenimento con i dati.
  5. Definizione e verifica delle cause alla radice che hanno originato il problema o impediscono il miglioramento. Identificare tutte le cause potenziali che potrebbero spiegare perché il problema è accaduto (Diagramma Causa Effetto). Verificare ogni causa potenziale con la descrizione e i dati del problema. Identificare le azioni correttive alternative per eliminare la causa alla radice. Si noti che esistono due tipi paralleli di cause alla radice: una Causa alla Radice dell’Evento (il sistema che ha permesso il verificarsi dell’evento) e una Causa alla Radice della Fuga/Punto di Fuga (il sistema che ha permesso la fuga, senza rilevazione, dell’evento).
  6. Scelta dell’azione correttiva. Confermare che le azioni correttive selezionate risolveranno il problema per il cliente e non causeranno effetti secondari indesiderati. Definire le azioni di contingenza, se necessario, basate sulla severità potenziale degli effetti secondari.
  7. Implementazione dell’azione correttiva. Scegliere i comandi continui per assicurare che le cause sono state eliminate alla radice. Almeno una volta nella produzione, controllare gli effetti di lungo termine e implementare comandi ed azioni di contingenza supplementari secondo i bisogni.
  8. Impedire il ripetersi del problema. Identificare e implementare le fasi che devono essere intraprese per impedire che si verifichi di nuovo lo stesso problema o un problema simile nel futuro: modificare le specifiche, aggiornare la formazione, rivedere il flusso lavorativo e migliorare i sistemi di gestione, i sistemi operativi, le pratiche e le procedure.
  9. Complimentarsi con il team. Riconoscimento della soluzione del problema e ricompensa per i membri del gruppo che hanno lavorato alla ricerca di una soluzione. Riconoscere gli sforzi collettivi del vostro team, divulgare il vostro successo e condividere le conoscenze e l’apprendimento con tutta l’organizzazione.

8D

Vuoi saperne di più? Contattaci!